Gianluigi Buffon International - Juventusworld 1897

This Board is dedicated to Gianluigi Buffon, the best Goalkeeper in the World, to his Club Juventus Turin and also to the Italian National Team

It is currently 6. Dec 2016, 13:10

All times are UTC + 1 hour




The Team of Gianluigi Buffon International had an unforgettable Time in Liechtenstein.
Special Thanks to Gigi Buffon and the Italian National Football Team for this great Evening!

See you soon in Turin!

# STAFF


Il Capitano



Post new topic Reply to topic  [ 1 post ] 
FollowersFollowers: 0
BookmarksBookmarks: 0
Views: 91

AuthorMessage
 Post subject: LA LEGGENDA – Il big match secondo Alessandro Del Piero
#1PostPosted: 13. Feb 2016, 12:48 
Offline
VIP
User avatar
 Profile

Joined: 08.2014
Posts: 1652
Cash on hand: 34,690.15 Juvetaler

Thanks: 0
Thanked: 1 time in 1 post
Gender: Male
Kinder: 0
Sternzeichen: Wassermann .
Favorit: Gigi Buffon .
Herkunft: Italy .
Browser: Firefox .
Ai microfoni di Sky, Alessandro Del Piero presenta la sfida delle sfide tra la sua ex Juventus ed il Napoli

UNA SFIDA RICCA DI FASCINO – “Il fascino di questa sfida è talmente grande che si è dimostrato non solo in Serie A ma anche in Serie B, dove si è giocata la partita più attesa dell’anno, molto più attesa di tante altre in Serie A, perché due grandi squadre giocavano nella categoria inferiore e si sfidavano per ripartire, tanto che a fine anno, entrambe sono state promosse in Serie A. In tutte e due le partite io ho segnato, tra l’altro a Napoli su punizione, una punizione molto bella, e a Torino per il 2-0, che in qualche modo ci consacra e stacca la Juve dal Napoli e ci consente di assaporare molto, molto da vicino, quella che era una promozione che, salvo catastrofi, avevamo in pugno”.

IL NAPOLI E MAURIZIO SARRI – “Credo che il Napoli di oggi, il Napoli di Sarri, sia un Napoli che ha trovato, ovviamente, una sua identità difensiva, una sua compattezza e ha regalato freschezza in attacco, con Higuain che segna in tutte le partite, supportato da Hamsik. Speriamo che con questa partita molti dei giocatori stellari si consacrino ancora una volta e ancora di più. Credo che il Napoli non debba pensare di giocare contro la Juve, credo esattamente l’opposto, perchè se comincia a focalizzarsi troppo che sta giocando la partita decisiva contro la Juve, allora subentrano aspetti emotivi, che alcuni giocatori giovani, di grandissimo talento, ma giovani, potrebbero subire, soprattutto a Torino. Se non ci pensano troppo, se giocano con quella leggerezza che hanno saputo trasmettere, grazie alla quale, secondo me, riescono a fare così bene, allora potranno avere veramente grandi possibilià di imporsi nella partita contro la Juventus. A differenza del Napoli, la Juve si è concessa il lusso di perdere tanti punti all’inizio, dopo questi anni fantastici, dopo le 4 vittorie consecutive dello scudetto”.

CAMPIONI MADE IN ITALY – “Da una parte c’è Marchisio ancora nel pieno della carriera, ma già con un grande passato, dall’altra parte c’è Insigne che è molto giovane ed è potenzialmente un grandissimo futuro. Marchisio l’ho visto crescere, abbiamo fatto un sacco di cose insieme, battaglie, vittorie, e siamo in contatto periodicamente, come amici. Insigne è un ragazzo che ha più volte dichiarato la sua “Delpierinità”, non so se si possa dire così, è molto bravo, con grande talento, e spero possa veramente fare bene di anno in anno e possano raggiungere entrambi grandi risultati con la Nazionale”.

DYBALA – “Credo che Dybala sia l’esempio perfetto di quello che è la Juventus quest’anno: il grande acquisto iniziale, tanti soldi, cambio generazionale, da Tevez, che aveva un’età, a lui. Cambio di mentalità, anche se sono entrambi argentini, un inizio molto difficile, a partire dal fatto che non sempre brillava, che era anche in panchina e c’era qualcun altro davanti a lui, che è coinciso proprio con il momento difficile della Juventus, quando non vinceva, anzi perdeva spesso. Nel momento in cui si è trovata una certa continuità con Dybala, la Juventus ha cominciato a virare, per poi inanellare quella che è stata la serie di vittorie fino a questa grande sfida ed è cresciuto anche lui come rendimento, sia come gol che come prestazioni, al di là delle qualità tecniche che si sapevano e che si erano viste a Palermo, al di là dei gol che sarebbero arrivati, perchè la squadra è una grande squadra e lui ha le qualità per poterla trasformare. Quello che ha impressionato tutti quanti è la personalità che a 21 anni riesce a mettere in campo e riesce a trasmettere serenità, che è il collante perfetto tra centrocampo e attacco. E’ quello che Allegri faceva l’anno scorso con Tevez, solo che oggi lo fa a suo modo e lo fa decisamente molto bene. Il tempo ci dirà se Dybala può essere un grande per la Juventus, per se stesso, se potrà essere un grande alla Juventus. Dipenderà da diversi fattori. Oggi ci sono tutte le premesse perchè questo accada, perchè sta reggendo molto bene le pressioni sotto tutti gli aspetti. Ha una personalità forte, che gli permette di farlo con la giusta serenità, ma, soprattutto, mi sembra di vedere fame in quello che fa. Quindi, si tratta di ripetersi anno dopo anno per almeno dieci anni. Quello si che lo potrà consacrare a idolo incontrastato”.

HIGUAIN – “Higuain ha ovviamente ha una storia diversa da quella di Dybala, ma in egual misura oggi è la presenza numero uno del Napoli. Innanzitutto per il numero di gol, perchè segna a ogni partita, questo indipendentemente dal fatto che uno sia bravo, argentino, italiano, questo è qualcosa che va oltre tutto. Ma poi, perchè rispetto all’anno scorso, per esempio, dove era più sofferente, segnava ma era più sofferente, sia nella forma fisica che in alcuni atteggiamenti. Oggi tutti gli atteggiamenti sono visti in maniera positiva, anche l’arrabbiatura per un gol mancato o per un passaggio non perfetto di un suo compagno fa trasparire la voglia di volere qualcosa di più. Per questa partita io vedo Higuain come il fratello maggiore di Dybala e di conseguenza penso che se ci sarà il momento di dare una spallata uno all’altro, entrambi lo faranno in maniera molto onesta tra di loro. Poi, finito il tutto, credo che sotto la stessa bandiera ritorneranno quelli di prima, ma saranno pronti a tutto con uno spirito diverso: Higuain, quasi, non dico all’ultima spiaggia, ma sapendo che questa è un’occasione molto rara perlomeno; dall’altra parte Dybala, che gode del fatto che, comunque, la sua squadra è in rimonta. Lui è giovane, ha tutto davanti a sè, quindi, dovrà farsi prendere dall’entusiasmo, da quello che ha dimostrato finora”.

UN’ALTRA EPOCA – “Per certi aspetti è stato il top di quello che uno potesse vedere nel campionato italiano, perchè i migliori stranieri all’epoca erano pochi, ne potevano arrivare due e, poi, successivamente tre. Perciò, erano davvero i migliori in giro per il mondo, a partire da Juve-Napoli, dove c’erano due numeri dieci straordinari, Platini da una parte e Maradona dall’altra. Fin da allora, s’instaurò una sfida che era si tra le due squadre, ma soprattutto fra questi due numeri dieci, ai quali ero affezionato, erano la mia ispirazione. Quindi, c’era la sfida dentro la sfida, la sfida delle due squadre, dei numeri dieci e di questa fantastica atmosfera che si era creata attorno a questa partita e a questa competizione”.


Image

_________________
Image


Top
 
Similar topics
» NEWSJuventus e Buffon da leggenda: 2-1 anche a Firenze

Display posts from previous:  Sort by  
Post new topic Reply to topic  [ 1 post ] 

All times are UTC + 1 hour



You cannot post new topics in this forum
You cannot reply to topics in this forum
You cannot edit your posts in this forum
You cannot delete your posts in this forum
You cannot post attachments in this forum

Jump to:  
© phpBB® Forum Software | Design phpbb.so phpBB3 free Forum by UserBoard.org | All Rights Reserved.
Designed by Juventusworld 1897